Il Giùle

Angelo Demicheli, "Giùle", è l'indimenticato "gelataio con il carretto" di Novi Ligure: ha iniziato la sua attività intorno agli anni '30 per concluderla alla fine degli anni '70. Nelle zone periferiche della Città il suo arrivo era scandito dal richiamo del clacson a trombetta: immediatamente una nuvola di bambini chiassosi gli andavano incontro per acquistare un cono o la sua specialità, il famoso "pezzo duro". Per tenere a bada i bambini che lo circondavano, il Giùle era solito pronunciare una frase che molti novesi ricordano ancora: "démghe na bota fioi" (diamoci una botta bambini!). Negli ultimi anni le sue "postazioni" erano in viale Saffi (la Passeggiata) davanti alle Scuole, e la domenica pomeriggio allo stadio, durante le partite della novese. Il suo ultimo carretto è conservato nel museo dei Campionissimi. La sua immagine è utilizzata dalla pagina di facebook "6 di Novi Ligure se..." come logo, con l'autorizzazione della nipote, sua ultima discendente, la Professoressa Paola Demicheli. 
IMG_5429_edited.jpg
il primo carretto
nel piazzale della Pieve
nel viale delle Rimembranze
in "Passeggiata" davanti alla scuola